venerdì 8 marzo 2013

Recensioni: Croce e Delizia!

Dopo aver visto il copioso fiorire di gruppi "di recensioni" su fessbook, mi sono chiesta una cosa. Ma davvero gli scrittori di fanfiction cercano una recensione per migliorare o solo per nutrire il counter dei commenti e delle visite?


La risposta mi è suonata fin troppo ovvia, pertanto mi sono chiesta "cosa vorresti tu?". Ricevere recensioni fa piacere a chiunque. Tuttavia, qualora queste si riducano ad un solo "bella, aggiorna, continua", credo che si perda un po' il senso che ha il commento in sé.

Recentemente ho ricevuto una recensione ad una mia storia datata.
Il commento della gentilissima lettrice riportava ciò che le è piacuto e ciò che no, con sincera e schietta obiettività. Allora esistono ancora persone che, dopo aver letto tutta la storia, hanno il coraggio di metterci la faccia e recensire, non temendo di dire apertamente quello che pensano dell'opera letta! Questo episodio mi ha ridato non poca fiducia. La compravendita di recensioni che si svolge su EFP sta svilendo quello che è lo scambio di opinioni che gli scrittori hanno sempre cercato e fatto da secoli e secoli.
Perfino Cicerone cercava chi commentasse le sue opere, per poi dare a sua volta un commento. Ma era uno scambio costruttivo, volto a crescere la coscienza personale ed il bagalio culturale della persona. Il dialogo tra scrittori si articola anche sulle recensioni... Da dove pensate che venga il detto "rispondere per le rime"? Dagli antichi cantori che componevano versi criticando il modo di scrivere di un altro. Quindi di per sé, la richiesta di pareri ed il confronto non sono una cosa negativa. Bisogna solo capire se ci si vuole arricchire o rimpinguare.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sante parole, Halley! Anche io mi ritrovo spesso a pensare alle recensioni, e il mio pensiero più frequente è "ma perchè una storia scritta in italiano orribile e completamente priva di senso logico (e a volte anche morale) riceve trecento recensioni, mentre storie bellissime non ne hanno neanche una"? Una cosa che mi sono ritrovata a pensare è che forse ci sono pochi lettori in grado di fare una recensione degna di questo nome, che non sia un 'bella, wow, brava. Se ti va, viene a commentare la mia' [sì, ho ricevuto recensioni così -.-'']
Preferisco poche recensioni di gente che capisce qualcosa che millemila di adolescenti superficiali che non sanno fare altro che dire "bella, aggiorna".

Perciò sentiti capita e in compagnia, Halley. E sentiamoci entrambe piuttosto fortunate, perchè significa che noi, al nostro modo di scrivere, ci teniamo davvero.
<3

Halley Comet ha detto...

Grazie per le tue parole, Lyra!
Sono davvero contenta di sapere che c'è qualcuno che la pensa come me!
In effetti è meglio una sola recensione sentita che tante ma prive di contenuto!
A chi interessa davvero scrivere, interessa anche che la sua opera sia valutata con cura e rispetto! :D